Archivi tag: pavimenti carrabili

PAVIMENTAZIONE IN PORFIDO

Pavimentazione in porfido

Lavori di posa in opera di pavimentazione in porfido a mosaico – opus incertum

posa ingresso pavimento a mosaico di porfidoLa pavimentazione esterna in porfido del Trentino è conosciuta per le sue doti di resistenza e durevolezza. In qualsiasi formato  venga prodotta il suo risultato nelle applicazioni esterne è impareggiabile. Cubetti, piastrelle squadrate, lastre a mosaico-opus incertum, sono i formati più conosciuti e utilizzati nell’architettura per pavimenti  in porfido per esterni. La lavorazione delle lastre  a mosaico – opus incertum è la lavorazione che consente di installare le lastre di formato irregolare. Le lastre hanno forma irregolari e le dimensioni dei lati hanno misure variabili, lo spessore varia dai 3 ai 5 cm . Le lastre hanno il piano a vista  di cava naturale  e sono adatte per pavimenti esterni anche in zone dal clima rigido.

posa del porfido a mosaico

La pavimentazione in porfido del Trentino  a mosaico è una lavorazione che bene si accosta a tutti i materiali  per esterni. La tipologia di formato permette di adattare la lavorazione a forme regolari ed irregolari senza dovere ricorrere ad adattamenti e tagli come avviene per le lastre squadrate. Le soluzioni per personalizzare un pavimento in porfido a mosaico sono innumerevoli , ad esempio possono essere contornate da un perimetro in ciottoli (come nell’esempio della foto)  o possono essere inserite in un pavimento in ciottoli come camminamento;  le soluzioni per le sue applicazioni sono davvero molte.

La posa in opera della pavimentazione in porfido

ingresso in porfidoLa posa in opera della pavimentazione in porfido  in lastre , sia regolari che irregolari, viene eseguita su letto di malta di cemento. La collocazione degli elementi irregolari viene eseguita in modo da accostare il quanto più possibile i pezzi in modo da ottenere delle fughe omogenee. Le lastre vengono sagomate a martello  in modo da poter essere inserire nella pavimentazione. Il posatore dopo avere lavorato la pietra e preparato il letto di malta, posa la lastra in modo di collocarla alla giusta quota ,verificando con una staggia la  regolarità delle quote della pavimentazione.

La sigillatura delle pavimentazioni in porfido

 sigillatura porfido e ciottoliAl termine dei lavori di posa in opera  la pavimentazione viene sigillata. Le pavimentazioni in lastre vengono sigillate con malta preparata con cemento e sabbia fine. Il metodo classico di sigillatura prevede la preparazione della miscela fino alla giusta fluidità  in modo da poter essere colata nelle fughe per mezzo di brocche. La fase di colatura deve essere effettuata in modo riempire  le fughe senza sporcare le pietre. Un operazione che richiede davvero molta pazienza e abilità. Le fughe dovranno essere riempite a sufficienza perchè durante le prime fasi di asciugatura il volume del cemento diminuisce.pavimentazione ingresso cortile

Iniziata la prima fase di asciugatura il cemento delle fughe viene lavorato  a cazzuola. Il cemento in eccesso viene rimosso e viene aggiunto nelle parti in cui manca.  Viene quindi schiacciato con la   cazzuola in modo da penetrare perfettamente nelle fughe e poi lisciato con la punta della cazzuola. Trascorso il secondo periodo di asciugatura il cemento viene ulteriormente lavorato rigando con dei ferri curvi la superficie della sigillatura per decorare le fughe.  terminati i lavori di rigatura la sigillatura deve attendere un ulteriore periodo di riposo per poter essere ulteriormente rifinita.

ingresso carrabile in porfido e ciottoli

 

A seconda della temperatura di esercizio  e del tipo di cemento utilizzato  si dovrà attendere del tempo per poter rifinire la sigillatura. Si procede quindi rimuovendo le eccedenza che si sono formate durante la rigatura e i colpi di cazzuola che si sono formati dopo la lisciatura. Ora la pavimentazione dovrà asciugare . A seconda dell’utilizzo , pedonale o carrabile, bisognerà attendere un periodo asciugatura del cemento prima di transitarvi. 

© COPYRIGHT– RIPRODUZIONE RISERVATA–PIETRE E SASSI di IVANO DI STASIO  -CUSANO MILANINO (MI)  20095Via della Libertà , 23  -Tel/fax. 02/66.40.33.56 -cell. 3331366534  -P. iva 03967190962

Pavimenti esterni in beola

PAVIMENTI ESTERNI IN BEOLA

 

pavimentazione in beola

 

La pavimentazione esterna  degli spazi,  dei passaggi pedonali ed i vialetti in pietra, i percorsi carrabili  o i grandi spazi come strade e piazze, possono essere realizzate con diversi tipi di materiali lapidei. La Beola grigia  è una pietra adatta per la costruzione  sia di pavimentazioni che di rivestimenti. La beola viene principalmente estratta nelle cave autorizzate site nella provincia di Verbania  e commercializzata in diverse lavorazioni e formati.

pavimento in beolaIl nome commerciale Beola   racchiude diversi tipi di beola ma la più conoscita è forse la beola grigia. Essa è la piu utilizzata per le pavimentazioni esterne data la sua conformazione che la rende lavorabile a spacco naturale, cioè suddividendo le lastre a spacco seguendo la venatura naturale del minerale, ed avendo  un piano naturale sufficientemente regolare per essere utilizzato per pavimentazioni esterne. La naturale ruvidità della superficie a spacco rendono questo prodotto antiscivolo e adatto per superfici esterne anche in luoghi dove la presenza del pavimento bagnato potrebbe recare la possibilità di scivolare, come attorno alle piscine o nei pavimenti in pendenza.

pavimento in beola grigiaLa beola grigia con piano di cava naturale puo’ essere utilizzata  in forme irregolari per realizzare pavimentazioni ad opus incertum – mosaico, o in forme lavorate come lastre a correre con coste segate, cubetti  a spacco, binderi o in lastre segate ottenute da blocchi interi e segate con macchinari  a disco o filo diamantato , le quali possono essere ulteriormente  lavorate in superficie mediante sabbiatura, fiammatura, levigatura e lucidatura. Le finiture come levigatura e lucidatura rendono questo prodotto  NON ADATTO PER USO ESTERNO in quanto la quasi assenza di porosità rendono la superficie scivolosa soprattutto in presenza di pavimento bagnato.

 

lastre di beola a correreLa pavimentazione esterna in beola grigia è una soluzione che ha trovato spazio già da molti secoli e venne utilizzata per realizzare moltissime architetture  soprattutto nei luoghi più vicini ai giacimenti dove veniva estratta. Nella Lombardia e nelle regioni  limitrofe la sua diffusione fù tale da far si che il nome pavimento in beola   si divulgò per definire generalmente il pavimento in pietra a lastre  irregolari. Ad oggi molte volte i “non professionisti del settore” chiamano ancora generalmente così il pavimento a mosaico – opus incertum , anon avendo idea del tipo di pietra da utilizzare e spesso fraintendono il PAVIMENTO IN BEOLA con il pavimento a spacco irregolare (mosaico – opus incertum) realizzato con altre roccie (come il porfido , la pietra di luserna ecc.)

pozzetto in pietraIl pavimento in beola  può essere rifinito con elementi complementari  per pavimentazione ed arredo esterno. Dalla beola  si ricavano diversi elementi per la pavimentazione come cordoli per contenimento o per decorazione, passi carrabili e risvolte, pozzetti lavorati a mano o con taglio ad acqua, canalette per il deflusso acque, panchine e lavorati  realizzati con  macchine a controllo numerico di ogni forma e dimensione. Il suo colore naturale è brillate  dati i minerali di mica che compongono questa roccia e la sua brillantezza la rende una roccia unica nel suo genere

 

 

© COPYRIGHT– RIPRODUZIONE RISERVATA–PIETRE E SASSI di IVANO DI STASIO  – CUSANO MILANINO (MI)  20095 Via della Libertà , 23  -Tel/fax. 02/66.40.33.56 -cell. 3331366534  -P. iva 03967190962

Pavimentazione in pietra di Trani

Pavimento in pietra di Trani

PietreeSassi è specializzata nella posa in opera di pavimentazioni in pietra di Trani ed è in grado di fornire e posare in opera pavimenti in pietra di Trani di ogni formato e dimensione.

mosaico di pietra di Trani piano cava

La pietra di Trani è una pietra calcarea estratta nelle cave autorizzate in Puglia dove viene cavata e  lavorata in prodotti utilizzati per pavimentazione o rivestimento esterno ed interno. La tipica colorazione dai toni caldi la rende unica nelle applicazioni in cui trova posto. Dalla pietra di Trani vengono prodotti elementi per pavimentazione e rivestimento sia con piano di cava naturale  sia con piano a vista lavorato, sabbiato, anticato, lucido, bocciardato. Vengono inoltre prodotti elementi che possono essere impiegati per l’arredo urbano  grazie alle moderne tecnologie che rendono possibile la trasformazione di questa materia prima in ogni forma e dimensione. 

mosaico di pietra di Trani

 

La prima lavorazione che viene effettuata nelle cave e nei laboratori è la suddivisione degli elementi che diverranno “mosaico” o “opus incertum”, lastre poligonali dalla forma variabile il cui piano di cava naturale e le coste a spacco permettono la costruzione di pavimenti di tipo rustico. Il mosaico di pietra di Trani viene prodotto in formati standard per pavimenti  con spessori da 3-5cm , da rivestimento con spessori da 1 a 3 cm, e  con spessori superiori ai 6 cm adatti per pavimenti da giardino da posare a secco su terra.

pietra di Trani a mosaico

La pietra di Trani viene lavorata e segata a disco per produrre piastrelle e semilavorati spessorati . Questi prodotti vengono poi rifiniti attraverso lavorazioni per ottenere una finitura superficiale diversa ai seconda degli utilizzi. Alcune produzioni vengono avviate verso la burattatura  dove i macchinari ed abrasivi  smussano ed arrotondano gli angoli per rendere il prodotto anticato. Altre produzioni vengono lucidate per creare pavimenti interni, scale, rivestimenti; La versatilità nella lavorazione di questa pietra naturale consente la sua applicazione negli ambienti più disparati.

pavimentazione esterna carrabile

 

La pavimentazione in pietra di Trani trova posto anche per la collocazione in ambienti esterni come pavimenti carrabili,  pavimenti da giardino, marciapiedi e camminamenti. La sua naturale porosità necessita di un trattamento idrorepellente per migliorare le sue caratteristiche e mantenere il colore originale. La pietra di Trani non teme comunque confronto con prodotti artificiali come autobloccanti o vibrocompressi . La pietra di Trani risulta  più “morbida” rispetto a pietre come il porfido , il granito, la luserna  ma comunque superiore ai prodotti artificiali per pavimentazione oggi presenti sul mercato.

pavimento carrabile in pietra

 

Le foto qui accanto mostrano  alcuni nostri lavori di pavimentazione esterna in pietra di Trani a mosaico con spessore 3-5 cm  posate su sottofondo di malta di cemento adatte per la costruzione di pavimenti carrabili. In questa foto, come da richiesta del cliente, abbiamo costruito le corsie per consentire solo il passaggio delle  auto  con lastre irregolari a mosaico di pietra di Trani  e sigillato poi la pavimentazione con boiacca di cemento. Questo per avere un a maggiore area di verde nell’ingresso carrabile.

pavimento ingresso in pietra

 

La pietra di Trani può essere utilizzata per rivestire pavimenti pedonali come ad esempio i vialetti di accesso alle abitazioni o camminamenti degli spazi esterni. La naturale ruvidità  del piano di cava di questa roccia  la renda adatta ad essere impiegata per pavimentazioni esterne  essendo naturalmente antisdrucciolo  anche in caso di  pavimento bagnato. Tutti i pavimenti per esterno devono avere questa caratteristica di resistenza allo scivolamento su bagnato, per la sicurezza del transito delle persone è davvero necessario.

vialetto in pietra di Trani

 

I camminamenti in pietra sono un ottima soluzione per rivestire in maniera definitiva un percorso. Un vialetto per esterni solitamente  viene sfruttato svariate volte nell’arco della giornata, esso deve quindi  garantire un ottima resistenza ed un ottima percorribilità. Il pavimento in pietra di Trani realizzato con lastre a spacco naturale si presta come ottima soluzione per rivestire camminamenti e vialetti per giardino. Nella foto qui accanto mostriamo un vialetto da noi realizzato con pietra di Trani a mosaico, piano di cava naturale e coste a spacco.

 

© COPYRIGHT– RIPRODUZIONE RISERVATA–PIETRE E SASSI di IVANO DI STASIO  -CUSANO MILANINO (MI)  20095Via della Libertà , 23  -Tel/fax. 02/66.40.33.56 -cell. 3331366534  -P. iva 03967190962

Pavimenti carrabili

Pavimenti carrabili

Pavimentazione carrabile realizzata in pietra di luserna ” smolleri “.

pavimento in smolleri di luserna

 

La pavimentazione di ingresso, specie se è carrabile e soprattutto se è in pendenza come spesso succede per l’accesso ai box interrati,  è una pavimentazione che necessita di particolari accorgimenti. Primo per tutti è che la pavimentazione deve essere antisdrucciolevole e deve garantire la massima aderenza sia agli autoveicoli che la percorrono sia ai pedoni. In tutte le condizioni atmosferiche la pavimentazione deve risultare di essere in grado di garantire la percorribilità senza dover rischiare di scivolare, se a piedi, o di perdere il controllo di un autoveicolo ad esempio di inverno quando la neve ed il ghiaccio ricoprono le strade.

ingresso box in pietra di luserna

 

La pavimentazione in pietra di luserna  in smolleri soddisfa tutte queste qualità. Essa risulta  prima di tutto una pavimentazione carrabile, antisdrucciolevole in condizioni di pioggia e pavimento bagnato, ottime caratteristiche di attrito per pavimenti in forte pendenza e soprattutto resistente al gelo e ghiaccio. Le pavimentazioni carrabili nelle zone di montagna,  attigue alle zone di estrazione delle pietre come luserna e porfido, sono spesso costruite con smolleri  per favorire il l’attrito degli autoveicoli soprattutto nelle strade in forte salita.

pavimento in pietra di luserna

 

Gli smolleri sono elementi di forma simile a parallelepipedi irregolari ed hanno dimensioni variabili sia in spessore che in altezza e lunghezza. Le loro dimensioni le rendono idonee per applicazioni a pavimento o per rivestimento. Elementi di maggiori spessori e dimensioni sono consigliati per l’utilizzo a pavimento mentre elementi di piccole dimensioni sono consigliati per rivestimento. La posa in opera di questa pavimentazione carrabile avviene su sottofondo di sabbia o sabbia e cemento, previa formazione della fondazione in calcestruzzo, per poi essere sigillata con boiacca di sabbia e cemento.

La costruzione di pavimentazioni carrabili in smolleri in pietra di luserna è una soluzione davvero versatile perchè riunisce tutte queste caratteristiche di resistenza, antisdrucciolo, adatta a tutti i tipi di architetture rustiche o moderne.

La pietra di luserna viene lavorata in prodotti  di diverso formato adatti per la costruzione di pavimenti carrabili e tra questi prodotti sono disponibili :

  • i cubetti a spacco
  • i binderi
  • gli smolleri
  • lastre squadrate con coste martellate
  • lastre squadrate con coste segate
  • mosaico – opus incertum